Chi siamo

 

01La Casa di Riposo Sant'Anna in Borgosesia, trae la sua storia da alcuni lasciti testamentari che hanno consentito la sua costituzione in Ente Morale. Il primo documento che ne sollecita la creazione risale al 21/02/1894 a s eguito testamento olografo del M.R. Don Carlo Gallarotti, parroco di Vanzone di Borgosesia il quale “nomina erede universale la Congregazione di Carità di Borgosesia con l’obbligo di provvedere per la istituzione di un istituto di mendicità”.

 

A tale elargizione si aggiunsero, successivamente, il lascito della Sig.ra Aimone Narcisa, con testamento del 26/03/1919; il lascito del Sig. Gaudenzio Zenone, con testamento del 31/01/1911 il lascito del Sig. Santino Albertone con testamento del 19/04/1915. Contribuirono le elargizioni fatte dagli eredi del Sig. Giuseppe Vercelli e della Sig. Caterina Bianchi. Con Regio Decreto n. 1424 del 28/08/1924, venne riconosciuta la costituzione in Ente Morale.

Fino al 1973 la Casa di Riposo Sant'Anna in Borgosesia pur esistendo come soggetto giuridico, non aveva una struttura propria; infatti venivano utilizzate alcune stanze dell’Ospedale di Borgosesia, in cui erano ricoverati ed assistiti glia anziani ospito.

 

Fu grazie ad un cospicuo lascito del compianto Cav. Silvio Bozzalla che, per espressa volontà che di seguito si trascrive, si realizzò l’attuale struttura “allo scopo di rendere finalmente possibile la creazione in Borgosesia di un adeguato ricovero per i vecchi che dovrà servire anche a vantaggio dei vecchi di Coggiola e di Portula (…) lego allo stesso ricovero dei vecchi di Borgosesia la somma nominale di £ 200.000.000 in titoli di stato di mia proprietà alle seguenti condizioni:

Che sia chiamato a far parte del relativo Consiglio di Amministrazione od organo equivalente il mio erede Ing. Renato Lombardi.

Che siano iniziati i lavori per la costruzione entro due anni dalla data della deliberazione che autorizzerà la accettazione del presente legato.

Che in detto ricovero siano accolti in via di preferenza non meno di cinque vecchi residenti nei comuni di Coggiola e Portula.

 

In tempi rapidi venne redatto un progetto e, sul terreno donato dal Comune di Borgosesia, originariamente destinato a discarica pubblica, fu eretta l’attuale costruzione.

 

La sede attuale della Casa è stata inaugurata il 09/09/1973 dall’allora Presidente della Repubblica Giovanni Leone ed ha iniziato a funzionare il 10/09/1973. Il giorno successivo, il personale dipendente appena assunto ha provveduto con i propri automezzi a trasportare gli ospiti anziani dall’Ospedale di Borgosesia alla nuova sede.

 

Dal 1973 l’Ente ha esercitato le sue funzioni in un’ottica di crescita, recependo le normative vigenti, conformandosi all’evoluzione continua delle esigenze del cliente e implementando azioni sempre innovative volte all’elaborazione di strategie di miglioramento.

 

La capacità recettiva della Casa, tramite adeguamenti funzionali ed organizzativi e tramite le opere di riadattamento ed ampliamento strutturale ultimate nell’anno 2006, è notevolmente cresciuta sia in termini quantitativi che qualitativi. Negli anni, consolidamento di un processo di evoluzione e nuova prospettiva di miglioramento è rappresentato dall’ottenimento della Certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001.